Prenota ora il tuo soggiorno

Area Stampa

Dal Resto del Carlino gli Auguri di Maria Enrica Tassi

Documenti Allegati

» Allegato senza titolo

LE FESTE DI ...MARIAENRICA TASSI «Natale? E’ bello in famiglia»

«Noi abbiamo il culto del presepe: lo facciamo tutti insieme»


CON LA SUA raffinatezza e cortesia ha fatto della bellissima struttura ricettiva di famiglia, l’hotel e residenza‘100 Torri’, un punto di riferimento per il turismo di qualità.

Lei è Maria Enrica Tassi (in foto), ottima padrona di casa di uno degli alberghi più belli ed esclusivi di Ascoli, a cui il Carlino ha deciso di dedicare la quarta ‘puntata’ della rubrica dedicata al Natale.

Maria Enrica che momento è per lei il Natale?

«Un momento di grande riflessione anche perché conclusivo di un anno. Il Natale, così come quando cade la neve, è come se rallentasse un po’ tutto, e quel che è fatto è fatto. Proprio per questo motivo spinge maggiormente a tirare le somme, sulla famiglia, sul lavoro, ad un’introspezione particolare.

E poi, per chi come me cerca di credere rappresenta un momento per cercare di portare la fede nella vita quotidiana, cosa molto importante ed impegnativa in quanto spesso è proprio la quotidianità a distaccarci dai valori e dai principi ai quali teniamo molto».

Come trascorrete tradizionalmente le festività?

«Lavorando e in famiglia. Mia mamma si dedica alla cucina e noi a farle onore mangiando. La sera della vigilia la trascorriamo tutti da me, nella mia casa. A Natale, invece, da sempre a casa Rozzi, da quando c’erano i miei zii Costantino ed Elio. E quest’anno ne approfittiamo per inaugurare la casa di mio cugino Roberto».

Quale la tradizione maggiore di famiglia?

«Nella mia famiglia c’è il culto del presepe. Cerchiamo di farlo sempre tutti insieme, da mio figlio, il piccolo, Massimiliano, al più grande, Federico. Facciamo anche l’albero, ma è una cosa in più. In albergo, invece, è mia madre che cura tutti i particolari. Lo addobbiamo come fosse casa nostra».

E per i regali?

«La maggior parte per i bambini, ma anche in beneficenza».

Per quanto riguarda invece il Capodanno al ‘100 Torri’, cosa state organizzando per i vostri ospiti?

«La mattina del primo gennaio prepareremo una ricchissima colazione. Un vero e proprio brunch a base di tutto ciò che è di buon auspicio per il 2013. Per l’ultimo dell’anno, invece, abbiamo predisposto dei

pacchetti che prevedono pernottamento da noi e cena in uno dei ristoranti del centro».

Quale, infine, il suo augurioadAscoli per il 2013 nell’ambito del suo settore?

«Auguro ad Ascoli di crescere tantissimo e di sensibilizzarsi sempre più al turismo e al piacere dell’accoglienza fatta con rispetto e serenità. Quando le persone vengono in vacanza ad Ascoli, dai vip che hanno soggiornato

nella mia struttura alla gente comune, tutti hanno il desiderio di sentirsi a casa.

Ascoli è una città per vocazione molto sensibile ed accogliente, si tratta solo di sviluppare al meglio questa caratteristica».

Lorenza Cappelli